ESCLUSIVO – L'80% dei decessi per Covid-19 ad agosto erano persone che erano state vaccinate


Sono state rilasciate ulteriori prove che dimostrano che il programma di vaccinazione Covid-19 è un enorme fallimento che conferma per tutto agosto che l'80% delle persone che presumibilmente sono morte di Covid-19 erano state vaccinate contro la malattia.


Viviamo in tempi strani, e se credi che il programma di vaccinazione Covid-19 stia funzionando perché le autorità televisive ti dicono che è così, allora devi sicuramente trovare estremamente strano che il Regno Unito sia nel bel mezzo di una terza ondata in piena estate. Soprattutto se si considera che nell'estate 2020 i decessi covid-19 si sono appiattiti a zero anche se non era disponibile un vaccino Covid-19.


Ma la stranezza non finisce qui, basta dare un'occhiata all'ultimo rapporto statistico Covid-19 pubblicato da Public Health Scotland (PHS) l'8 settembre 2021.


Il report fornisce una serie di dati su test, quarantena, vaccinazioni, casi, ricoveri e decessi, ma non diventa molto interessante fino a quando non si legge la Tabella 15 che copre il numero di casi positivi al Covid-19 per settimana e lo stato di vaccinazione.


Interessante perché dimostra che la maggior parte dei casi confermati sono ora tra la popolazione vaccinata. Nell'ultima settimana dal 28 agosto al 3 settembre 2021 il rapporto mostra che ci sono stati 20.744 casi confermati tra la popolazione non vaccinata, che hanno maggiori probabilità di essere testati per il semplice motivo per cui non sono stati vaccinati.


Ma mostra anche che ci sono stati 5.508 casi confermati tra la popolazione parzialmente vaccinata e 16.810 casi tra la popolazione completamente vaccinata - due popolazioni che hanno meno probabilità di essere testate a causa della vaccinazione.


Ciò significa che tra il 28 agosto e il 3 settembre ci sono stati 22.318 casi tra la popolazione vaccinata – quasi 2.000 in più rispetto alla popolazione non vaccinata.


Lo stesso si può dire anche per la settimana dal 21 agosto al 27 agosto che ha visto 15.647 casi tra la popolazione non vaccinata e 22.234 casi tra la popolazione vaccinata, e lo stesso si può dire anche per le due settimane precedenti.


I dati mostrano infatti che tra il 7 agosto 2021 e il 3 settembre 2021 ci sono stati 47.580 casi tra la popolazione non vaccinata, 21.020 casi tra la popolazione parzialmente vaccinata e 41.748 casi tra la popolazione completamente vaccinata. Ciò significa che ci sono stati 15.188 casi in più tra la popolazione vaccinata.


Quindi, ora che abbiamo chiarito che le iniezioni sperimentali di Covid-19 chiaramente non impediscono l'infezione o la diffusione di Covid-19, scopriamo se impediscono i ricoveri come sostengono le autorità.

Secondo la tabella 16 del rapporto tra il 28 agosto 2021 e il 3 settembre 2021 ci sono stati 36 ricoveri ospedalieri legati al Covid-19 tra gli over 60 non vaccinati, mentre ci sono stati 7 ricoveri sulla popolazione parzialmente vaccinata.


Tuttavia, ci sono stati ben 299 ricoveri tra la popolazione completamente vaccinata su 60, e lo stesso schema può essere visto per le settimane precedenti fino al 7 agosto 2021.


In tutto per la settimana dal 28 agosto al 3 settembre 2021 ci sono stati 271 ricoveri tra l'intera popolazione non vaccinata ma 423 ricoveri tra la popolazione completamente vaccinata.


Se basiamo questi ricoveri che si verificano dopo i casi confermati delle settimane precedenti, allora possiamo calcolare il tasso di ospedalizzazione dei casi.


Nella settimana che inizia il 21 agosto ci sono stati 15.647 casi confermati tra la popolazione non vaccinata. Pertanto, sulla base dei dati di ospedalizzazione non vaccinati di 271 nella settimana che inizia il 28 agosto, il tasso di ospedalizzazione dei casi è dell'1,7%. Tuttavia, quando eseguiamo lo stesso calcolo per i ricoveri della popolazione completamente vaccinati (423) e i casi (14.519) possiamo vedere che il tasso di ospedalizzazione dei casi è del 2,9%.


Pertanto, ciò dimostra che i vaccini Covid-19 stanno aumentando il rischio di ospedalizzazione quando esposti a Covid-19 del 70% piuttosto che ridurre il rischio del 95% dichiarato dai produttori e dalle autorità sanitarie.


Quindi, ora che abbiamo chiarito che i vaccini Covid-19 aumentano il rischio di ospedalizzazione piuttosto che ridurlo, scopriamo se prevengono le morti come sostengono le autorità.

La tabella 17 del rapporto Public Health Scotland mostra il numero di decessi avvenuti tramite lo stato di vaccinazione.


Tuttavia, i PHS sono stati molto furbi nel presentare il numero di morti. Perché invece di presentarli settimana per settimana come hanno fatto con il numero di casi e ricoveri, hanno invece incluso i decessi fino al 29 dicembre.


Ciò significa che stanno includendo i decessi dall'apice della presunta seconda ondata di Covid-19 in cui solo il 9% della popolazione aveva ricevuto una singola dose e solo lo 0,1% dell'intera popolazione era completamente vaccinato.

Pertanto, i PHS subdolamente danno l'impressione che la maggior parte dei decessi per Covid-19 si verifichi tra la popolazione non vaccinata.




La tabella di cui sopra è tratta dal rapporto pubblicato da Public Health Scotland il 18 agosto 2021 e mostra i decessi dovuti a Covid-19 per stato di vaccinazione tra il 29 dicembre 2020 e il 5 agosto 2021.


Come potete vedere, chiunque legga il rapporto avrebbe l'impressione che i vaccini stiano facendo un lavoro fantastico nel prevenire la morte a causa di Covid-19.


Ma andando al rapporto più recente e troverete nella Tabella 17 che ci sono stati 3.102 decessi tra la popolazione non vaccinata, 279 decessi tra la popolazione parzialmente vaccinata e 298 decessi tra la popolazione completamente vaccinata tra il 29 dicembre e il 26 agosto 2021.



Pertanto, il numero reale di decessi per stato di vaccinazione tra il 5 agosto 2021 e il 26 agosto 2021 è il seguente:

  • Popolazione non vaccinata – 25 decessi

  • Popolazione parzialmente vaccinata – 6 decessi

  • Popolazione completamente vaccinata – 92 decessi


Ciò significa che la popolazione non vaccinata ha rappresentato solo il 20% dei presunti decessi per Covid-19 per tutto il mese di agosto, mentre i completamente vaccinati hanno rappresentato il 75% di loro.


Ma accoppiando le morti di parzialmente vaccinati con le morti di completamente vaccinati si può vedere che per tutto agosto l'80% dei decessi si è verificato tra la popolazione vaccinata.


Tuttavia questo rende difficile capire il tasso di mortalità dei casi, quindi per farlo dobbiamo guardare quanti decessi si sono verificati nel rapporto delle settimane precedenti. Fino al 19 agosto c'erano stati 3.096 decessi tra i non vaccinati, 277 morti tra i parzialmente vaccinati e 264 morti tra i vaccinati.



Pertanto, il numero reale di decessi per stato di vaccinazione tra il 19 agosto 2021 e il 26 agosto 2021 è il seguente:

  • Popolazione non vaccinata – 6 decessi

  • Popolazione parzialmente vaccinata – 2 decessi

  • Popolazione completamente vaccinata – 34 decessi

Se basiamo questi decessi sul verificarsi due settimane dopo il numero di casi confermati, allora possiamo elaborare il tasso di mortalità dei casi.


Nella settimana che inizia il 7 agosto ci sono stati 3.788 casi confermati tra la popolazione non vaccinata. Pertanto, sulla base dei dati di morte non vaccinata di 6 nella settimana che inizia il 19 agosto, il tasso di mortalità è dello 0,15%.


Tuttavia, quando eseguiamo lo stesso calcolo per i ricoveri della popolazione completamente vaccinati (34) e i casi (3.490) possiamo vedere che il tasso di ospedalizzazione dei casi è dell'1%.


Ciò dimostra che i vaccini Covid-19 stanno aumentando il rischio di morte se esposte a Covid-19 del 566% piuttosto che ridurre il rischio del 95% rivendicato dai produttori e dalle autorità sanitarie.


Quello che è ancora più preoccupante è che il numero di casi confermati tra la popolazione completamente vaccinata è aumentato significativamente nell'ultima settimana rispetto alle quattro settimane precedenti.


Pertanto, il numero di ricoveri e decessi che potrebbero verificarsi nelle prossime settimane potrebbe essere sufficiente per le autorità per giustificare un altro lockdown.


I dati mostrano chiaramente che i vaccini non prevengono l'infezione o la trasmissione e mostrano chiaramente che stanno aumentando il rischio di ospedalizzazione e morte piuttosto che ridurre il rischio.


https://theexpose.uk/2021/09/08/exclusive-80-percent-of-covid-19-deaths-in-august-were-people-who-had-been-vaccinated/

7,675 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti